MUSIC

album-nashville-&-backbones-ridotto

Acquista su iTunes:

https://itunes.apple.com/album/id1024263562?ls=1&app=itunes

Seconda prova in studio “CROSS THE RIVER”; un’invito ancor prima che un semplice titolo. Un’esortazione ad attraversare senza paura i numerosi confini della vita di tutti i giorni, i limiti imposti dalla società e a volte anche da noi stessi.
Ed è proprio questo che si prefiggono di fare i N&B con questo secondo album: attraversare le barriere di genere e superare le etichette che tendono ad attaccarsi addosso in modo quasi morboso.
La felicità è sì a casa, ma è anche nell’esplorazione di terre sconosciute, ritmi e percussioni che vengono da lontano, un tuffo in una spiaggia caraibica e la malinconia di un tramonto esotico. Viaggiare per poi tornare fra le comode braccia del country rock e delle ballate folk che affondano le loro radici in un vecchio pub irlandese. Musica per un viaggio della mente attraverso il globo.
Gli ormai noti intrecci vocali fra Marcello, Matteo e Michele sono impreziositi dalla voce e il violino di Elisa, mentre la base ritmica è fornita dal sempre più affidabile “duo dinamico” dei Backbones (Tommaso e Davide). Il disco presenta inoltre numerose collaborazioni con musicisti di fama nazionale e non solo come Hilario Baggini (Del Barrio), Enrico Farnedi (solista e con i Good Fellas), Claudio Cardelli (Rangzen), etc…
Mai come oggi il sound dei N&B risulta completo e complesso. “CROSS THE RIVER” è un lavoro ambizioso che vuole essere una sorta di vademecum per consultare tutte le diverse influenze musicali della band, maturate grazie all’instancabile attività live, attraverso viaggi, ascolti ed un’inguaribile curiosità.

11664133_883317021735780_788193875_o

Acquista su iTunes:

http://itunes.apple.com/album/id552115309

Haul In The Nets, ovvero “raccogliere le reti”. E’ stato questo il lavoro che hanno affrontato i Nashville & Backbones nell’accingersi a registrare il loro primo lavoro di inediti. Dopo più di 10 anni passati a suonare le cover dei grandi maestri della west coast americana e della musica inglese, qualcosa bisogna pur aver imparato… L’ardua sentenza a chi ascolterà questo lavoro di 11 tracce, dove trovano spazio tutte le influenze del sound dei N&B: gli ormai tipici cori a tre voci dei Nashville Trio (Matteo De Angeli, Marcello Dolci e Michele Tani), gli arrangiamenti acustici e le melodie di piano. Questa volta però era necessario qualcosa in più, perché il mare è davvero pieno di pesce e di cose da far sentire ce n’erano tante. Quindi oggi, anche grazie all’ingresso in formazione dei Backbones (Davide Mastroianni al basso e Tommy Taddei alla batteria) e all’aumento delle chitarre elettriche, la “rete” dei N&B è davvero piena di pesce da gustare insieme a del buon vino bianco. C’è il folk utopistico di Carry Me e il ritmo appoggiato di Outsider, la leggera spensieratezza di Night In On My Own ma anche l’impegno di Song For Claire, il country lento di Blue Eye In The Sky o veloce di Goodbye Dolce Vita, la delicatezza di With My Tears On e l’energia di Plastic Paradise. C’è passato, presente e futuro, paura e speranza, amore e amore maledetto, c’è il bianco e c’è il nero… perché il mare è dolce è crudele, c’è tutto e c’è il suo contrario, non si può prenderne solo una parte. Nashville & Backbones sono andati a pescare nei mari più lontani e hanno raccolto le reti, siete tutti invitati alla cena e ad ascoltare i loro racconti.

 

copertina-inside-my-heart-nashville-ridotta

Acquista su iTunes:

http://itunes.apple.com/album/id392513677

VOICES INSIDE MY HEAD: non il solito tributo. Suonare cover di canzoni celeberrime è sempre un lavoro che coniuga tanto colui che il pezzo l’ha scritto quanto colui che lo sta suonando secondo la sua interpretazione, dando di fatto vita ad una nuova “creatura” che comincia a vivere di vita propria. Pensate a “VOICES INSIDE MY HEAD” come ad un dialogo virtuale fra 3 signori inglesi che hanno scritto la storia della musica e 3 “ragazzi” italiani che hanno tanto apprezzato la loro opera e che provano a dire alle loro controparti: “Avete fatto qualcosa che ci ha molto ispirato. Queste sono alcune delle mille idee che ci sono venute in mente ascoltando i vostri pezzi, speriamo che vi piacciano”. E così vi ritrovate una “Wrapped Around Your Finger” con un’inattesa svolta jazz, “So Lonely” che diventa un classico country-folk con tanto di banjo, “Roxanne” trasformata in una suadente ballata con i suoi splendidi cori, “King Of Pain” che sembra uscita da una colonna sonora di un western di Sergio Leone e persino “Message In A Bottle” suona completamente differente con il suo ritornello quasi latin. Musica per celebrare la Musica. Quest’album risulta tanto classico quanto nuovo, minimale con la sua quasi totale assenza di percussioni, ma anche ricco con le sue corpose armonie vocali che hanno reso i NASHVILLE TRIO uno dei più stimati gruppi vocali in circolazione.
Spegnete le luci, versatevi il vostro drink preferito, sedete e godetevi la musica dei POLICE scoprendo quanto dei NASHVILLE TRIO c’è dentro… potrebbe anche piacervi tanto quanto alla band è piaciuto registrarlo.

 11655566_884706568263492_759099092_n

Acquista su iTunes:

https://itunes.apple.com/it/album/summer-tour-2007/id288472958

SUMMER TOUR: Una coincisa ma succosa selezione live di cover che il trio acustico propone durante le calde serate estive… Brani provenienti da vari generi musicali che il trio sa fare propri suonando e cantando con il suo stile inconfondibile. Un’ottima opportunità per chi non ha mai assistito ad un loro concerto.